Posizione base

Le posizioni base, nel Kung Fu, possono essere paragonate alle lettere dell’alfabeto. Così come sono necessarie le lettere per comporre una frase, allo stesso modo tutte le forme del kung fu sono la combinazione di due o più di queste posizioni base. Per poter arrivare ad una pratica ottimale è importante, quindi, affinare e conoscere bene queste posizioni.

Le posizioni base sono combinazioni di braccia e gambe che si ispirano ad attività quotidiane. Si narra, infatti, che i primi monaci che iniziarono a praticare questa arte marziale, abbiano tratto ispirazione dal mondo contadino che li circondava.

(Se te lo sei perso, leggi anche l’articolo sulla nascita delle Arti Marziali)

Nello stile Lenhua Cientao si possono individuare 6 posizioni base. Oggi analizziamo le prime 3:

1. Kung pu. Questa prima posizione viene anche chiamata il passo della montagna perché ricorda la posizione che assume uno scalatore su un pendio: la gamba avanti con il ginocchio piegato e l’altra dietro distesa. NOTA TECNICA: la distanza interna tra le gambe, guardando frontalmente la persona che effettua la posizione, equivale alla larghezza delle spalle; osservandola lateralmente, invece, la distanza che c’è tra la gamba anteriore e quella posteriore è pari al doppio delle spalle.

2. Ci ma. Anche denominata la posizione del cavaliere, questa seconda posizione base ricorda una persona in sella ad un cavallo: le ginocchia, infatti, sono piegate ed il bacino è basculato in avanti per tenere la schiena ben dritta. NOTA TECNICA: la larghezza tra i piedi deve essere due volte quella delle spalle.

3. Si pu. La terza posizione dello stile Lenhua Cientao può essere chiamata anche passo falso oppure mantide religiosa. Il primo termine deriva dal fatto che, avendo il peso sulla gamba posteriore, la posizione sembra quella di un finto passo. Viene, però, chiamata anche posizione della mantide religiosa perché la posa delle braccia e delle mani è molto simile a quella di questo animale. NOTA TECNICA: il peso va mantenuto completamente sulla gamba posteriore ed il busto è ruotato di 45°.

Nel prossimo articolo analizzeremo le successive 3. Rimanete collegati per scoprirne di più!