IL MAESTRO FONDATORE NG WEELIAN RACCONTA COME È NATA L’ASSOCIAZIONE LENHUA CIENTAO E LO STILE AD ESSA CONNESSO.

NG Weelian è nato il 13 Febbraio 1954 a Saba, Malaysia. Ha iniziato la pratica del kung fu “Wuzuhu Shaolin” all’età di dieci anni insieme al fratello Maestro Wee Kiong presso l’istituito Tan Poh Kuang di Kung fu Iron palm.

“A quell’epoca ero un profano riguardo il Kung fu e non conoscevo i vari stili delle scuole, praticavo soltanto attratto dalla popolarità del film “Kung fu”, made in Hong Kong. Spinto dalla curiosità, ho iniziato a dedicarmi alla disciplina del Kung fu fino al giorno in cui il destino mi ha portato in Italia”.

Riguardo la Lenhua Cientao, racconta: “Quarant’anni di storia non sono facili da definire con discorsi dettagliati, qui posso solo sintetizzare le mie esperienze raggruppandole in quattro periodi che evolvono in base ai vari momenti affrontati:

  1. periodo di esplorazione
  2. periodo di processo e adattamento
  3. periodo di ricerca e mutamento.
  4. periodo di determinazione

Periodo di esplorazione:

Anno 1976, dopo un breve soggiorno in una palestra di Judo a Bologna, ho deciso di trasferirmi a Milano, dove ho conosciuto un amico che praticava karate Shotokan dal Maestro Ennio Falsoni (massimo esponente di karate in quell’epoca). Ho colto l’occasione chiedendo la possibilità di condurre un corso di Kung fu presso la sua palestra. Dopo una breve presentazione del mio stile, mi hanno accettato a far parte della Federazione italiana Arte Marziale. Qui ha inizio la mia carriera nel Kung fu a Bergamo. In sintesi dal 1975 al 1977 ho insegnato presso il Yamato Damashi karate Club; tra il 1977 e il 1978 presso lo Shotokan Karate International; negli anni 1978 e 1979 mi sono trasferito presso il Centro sportivo Coral (Bergamo e Albino).

Tutte queste esperienze mi hanno permesso, nel 1979, di fondare il Kung Fu Institute in Via Zanica (BG) e nel 1980 la Wee Lian Kung Fu Academy in via Kennedy a Pedrengo, in provincia di Bergamo. Il 5 Ottobre 1993, con l’aiuto di alcuni allievi, ho fondato L’associazione Lenhua Cientao e nel 1994 la Lenhua Cientao International Malaysia. Tra il 2016 e il 2018 la Lenhua Cientao è stata nominata International Heritage Club.

Periodo di processo e adattamento

La nostra storia ha inizio con la diffusione del Kung fu in Italia negli anni 70. Sull’onda del successo di alcuni film di Kung fu made in HongKong, in particolare dei film del leggendario Bruce Lee, ci fu un grande boom di palestre che proponevano arti marziali. Le prime a diffondersi furono lo Judo e il karate, verso la metà degli anni settanta iniziarono ad arrivare anche Maestri di Kung fu. Io ero uno dei tre pionieri esponenti del Kung fu.

Inizialmente le lezioni di kung fu erano uno stile contemporaneo e libero, paragonabile all’MMA di oggi. Praticavamo kung fu ma partecipavamo alle gare di semi e full contact (chiamato anche American karate). L’allenamento era basato su resistenza, potenza e velocità; facevamo molto jogging, stretching e potenzialmente fisico per poter affrontare le gare. 

Periodo di ricerca, mutamento e crescita

Con il passare del tempo, i ragazzi si erano stancati delle gare perché sono attività che prefiggono solo la vincita ed una gratificazione superficiale. È stata una esperienza necessaria, utile per la creazione dalla nostra scuola di kung fu;  una trasformazione traumatica ma necessaria, ci sono stati allievi che ci hanno lasciato ma anche altri che ci hanno seguito in una nuova esperienza.

Ad un certo punto mi sono posto una domanda: che cosa mi aspetto dalla disciplina del Kung fu? Quale è l’obiettivo principale che voglio raggiungere con il Kung fu? Dato che il kung fu è una disciplina metafisica, l’allenamento non si limita nello sviluppare il fisico ma è anche approfondimento del proprio essere tramite una filosofia di vita, una filosofia che è in grado di porre un limite all’ignoranza e darci una via di uguaglianza e saggezza.

Periodo di determinazione 

“La gente comune reagisce secondo le circostanze, un saggio gestisce il proprio destino e i suoi obiettivi.” 

C’è stata in me una continua lotta tra una realtà passata ed un bisogno di innovazione della scuola di Kung fu, per ringiovanire la disciplina e renderla sostenibile a lungo termine. Ho espresso e reso chiari i ragionamenti che guidano la ricerca e i problemi sorti, focalizzandomi su una serie di punti principali che racchiudono l’aspetto coerente della scuola di Kung fu dall’inizio. Gli argomenti di ricerca si basano su uno spirito che è in grado di trascendere tempo, spazio e la materia. Inoltre, Lenhua Cientao è un modo di vivere per ogni praticante.

Sulla base delle domande Sopra citate, ho portato avanti una ricerca sulla nostra scuola, intitolata “A HOLISTIC APPROACH TO MODERN MALAYSIAN CHINESE MARTIAL ART: Lenhua Cientao Discipline” presso l’European University of Ireland nel Novembre del 2005.

Gli obiettivi della ricerca riguardano:

  • la nuova entità filosofica della scuola: modello di pensiero che ha fatto nascere un tipo di scuola di arte marziale secondo il periodo.
  • implementazione del metodo di meditazione “mahavipassana” o “The quantum mind meditation..”
  • Oggetto della meditazione o una equazione della mente allusiva.
  • Le attività della Lenhua Cientao che vengono classificate come meditazione, filosofia, tecniche marziali, guida etica e tecniche di auto guarigione.”

Proprietà intellettuale riservata. Il presente documento è destinato all’utilizzo esclusivo per il sito ufficiale dell’associazione Lenhua Cientao Italia, con il permesso del Maestro Fondatore NG Wee Lian.

NG WEELIAN IN UNA DELLE PRIME ESIBIZIONI IN ITALIA
NG WEELIAN INSIEME AL SUO PRIMO MAESTRO, VENUTO A TROVARLO IN ITALIA
2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *