Il termine Chi Kung o Qì Gōng si riferisce a una serie di pratiche e di esercizi collegati alla medicina tradizionale cinese e alle arti marziali che prevedono la meditazione, la concentrazione mentale e il controllo della respirazione. 

La parola Chi significa sia aria sia spirito sia energia, esprimendo così un concetto di “soffio vitale.

La parola Kung significa lavorotecnica o abilità.

Il termine completo Chi Kung vuol dire quindi tecnica del respiro o tecnica dello spirito o lavoro con l’energia. Indica l’arte di far circolare il Chi interno nel modo più adatto per raggiungere e mantenere il benessere psicofisico ed accrescere l’energia interna e il suo flusso nel corpo attraverso la rete dei meridiani.

L’influsso della medicina cinese

Nella sua evoluzione, la medicina cinese ha sviluppato una concezione del corpo umano come rappresentazione di un universo in miniatura. Ha assunto importanza, quindi, la funzione del Chi inteso come energia interiore, la cui qualità e il cui flusso più o meno armonico influenzano lo stato di benessere o l’insorgere della malattia. Da questo filone di pensiero derivano direttamente i concetti di Yin e yang e dei cinque elementi taoisti.

Secondo questa teoria, il Chi è presente negli organi del corpo umano e circola al suo interno seguendo i meridiani vitali, producendo un effetto protettivo sia all’interno che alla superficie del corpo umano. 

Quali sono i benefici del Chi Kung?

La quantità e la qualità dell’energia presente nel corpo influenzano sia la salute fisica che il benessere psicologico ed emozionale. Le malattie e i dolori sono il risultato di blocchi nella circolazione del Chi, che generano squilibri energetici nel sistema corporeo. Lo scopo del praticante di Chi Kung è conservare e accrescere l’energia all’interno del corpo, imparando a rimuovere i blocchi del Chi e ad aumentare il suo flusso. Il risultato è uno stato di pienezza energetica, creatività, benessere e gioia: in questo, secondo i taoisti, consiste il segreto per una vita felice.

Parola chiave del Chi Kung è “wu wei”, ossia “senza sforzo”: il corpo non deve essere forzato, ma condotto a superare i propri limiti gradualmente e con delicatezza.

Qual è la differenza tra Chi Kung e Tai Chi Chuan? 

Chi Kung e Tai chi (di cui ne abbiamo già parlato nel precedente articolo) possono sembrare simili, ma ci sono delle importanti differenze.

Il termine Chi Kung indica un ampio arco di pratiche rivolte a coltivare la propria energia vitale. Il Tai Chi Chüan, invece, è un’arte e può essere definito come un sottoinsieme del Chi kung.

Le posizioni/movimenti del Chi Kung sono come delle lettere, mentre la forma di Hai Chi Chuan è una poesia (chiamata anche la danza dello Yin e dello Yang).

Entrambi nascono dall’idea che l’uomo, nasce dall’unione del Cielo con la Terra, e che per vivere bene debba uniformarsi e armonizzarsi ai cambiamenti che avvengono in Cielo ed in Terra, cioè debba seguire la via del Tao.

Nelle prossime settimane intervisteremo alcuni Maestri della Lenhua Cientao Italia, per conoscere la loro esperienza diretta di Chi Kung.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *